Le corde e le note della chitarra

Sappiamo tutti che le note musicali sono sette: Do – Re – Mi – Fa – Sol – La – Si.

Le corde presenti sulla chitarra sono invece solo sei. Perchè ?

Ogni corda della chitarra può generare più note, a partire dal suono in cui la corda viene accordata tramite l’accordatura.
In seguito, premendo i vari tasti, si potranno ottenere tutte le note a partire da quella iniziale, seguendo la corretta successione.

E’ fondamentale ricordare che la numerazione inizia dal basso, poichè la corda più in basso e più sottile è sempre la prima.
La cosa più difficile da ricordare è proprio il fatto che la numerazione parte dal basso e non dall’alto.

“Le note” che corrispondono alle corde libere della chitarra sono:

1 corda: MI cantino – (E)
2 corda: SI – (B)
3 corda: SOL – (G)
4 corda: RE – (D)
5 corda: LA – (A)
6 corda: MI – (E)

E’ importante ricordare che la corda più sottile è la prima (‘MI cantino’).
La corda più spessa, invece, è la sesta (‘MI’).

Il ‘MI cantino’ e il ‘MI’ sono due note uguali ma di due ottave differenti: il ‘MI cantino’ si trova sulla corda più fina e produce il suono più alto; l’altro ‘MI’ viene invece spesso chiamato come ‘MI basso’.

L’IMPORTANZA DELLE CORDE NELLA CHITARRA

Le corde in una chitarra sono molto importanti e, periodicamente, occorre sostituirle: non basta infatti avere uno strumento di qualità e dei buoni amplificatori ma è necessario prestare attenzione alla qualità del materiale con cui sono prodotte le corde e del ‘calibro’.

Quando si parla di ‘calibro’ ci si riferisce allo spessore della corda, di solito misurato in pollici.
Il calibro delle corde va da uno spessore di 0,08 ad un massimo di 0,60 per l’ultima corda.

Le corde per chitarra classica

Le chitarre classiche utilizzano solo corde in nylon ed è molto importante scegliere una determinata tensione, poichè essa determina il tipo di suono.
Le tensioni più comuni sono: low/light, moderate medium e hard/high.

Tra le marche di corde per chitarra classica piu’ note e di maggiore qualità ci sono: D’Addario, Savarez, Martin, ed Ernie Ball.